Postcards from Beijing 3: Vietato vietare

Questo cartello, trovato all’imboccatura di Dashilar (o DaZhaLan), popolare via del centro di Pechino, (un po’ ridotta a una Disneyland in salsa di soia per la verità) riassuma bene il funzionamento della società cinese: vietare tanto e tutto insieme, dalle armi agli aquiloni, e rispettare i divieti. Non importa quanti: Elenco di divieti cinesi

Non si può andare in auto, in bici, in motorino, in risciò, non si possono portare cani, armi, non si possono scrivere frasi d’amore sui muri, né gettare carte per terra. Non si deve pattinare sul ghiaccio, giocare a pallone, sputare e andare sullo skateboard. Non si può mendicare ma neanche giocolare, far volare gli aquiloni, dormire in tenda, parcheggiare, accendere fuochi, vendere radio e borse e naturalmente, è vietato manifestare.

Advertisements

Una risposta a “Postcards from Beijing 3: Vietato vietare

  1. ABBREVIARE ,NO…..SI PUò SOLLTANTO RESPIRARE ! ” CON LA MASCHERA “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...